Blog su Letteratura, Storia e Arte in tutte le sue forme.

"La Storia siamo noi."


sabato 30 maggio 2015

Il sorprendente capolavoro di Bernardino Luini a Lugano

La sobria facciata di Santa Maria degli Angeli a Lugano
Lugano non è solo città di banche, di lago e di montagne, ma racchiude un piccolo gioiello artistico dipinto da un pittore molto attivo in Lombardia. Nella chiesa di Santa Maria degli Angeli, difatti c'è l'imponente affresco di una Crocifissione opera di Bernardino Luini, discepolo di Leonardo. Molti di voi si chiederanno che cosa ci fa un affresco di un "italiano" nel Canton Ticino della Confederazione Elvetica. Basti sapere che il territorio della famiglia Visconti e poi Sforza, cioè il ducato di Milano, si estendeva fino a Lugano e oltre, comprendendo anche Bellinzona. A testimonianza di ciò, nello stemma di Bellinzona campeggia un serpente che, pur non avendo il bambino tra le fauci, ricorda molto da vicino il celebre biscione visconteo. Dunque, la città di Lugano ha sempre conservato un rapporto speciale con la Lombardia, al di là della lingua comune e di ogni facile ironia.

Ritornando alla chiesa, questa costituiva un tutt'uno con il convento dei Padri minori osservanti di San Francesco. Il monastero fu fondato nel 1490; la costruzione della chiesa ebbe inizio nel 1499 e fu consacrata nel 1515. Il complesso ha subito una serie di radicali trasformazioni, la più importante delle quali è stata certamente l'edificazione dell'Hôtel du Parc, che, come potete vedere nell'immagine, chiuse le finestre della chiesa su un lato, a sinistra per chi guarda. Non lasciatevi però ingannare dalla sobria facciata della piccola chiesa. Basta infatti varcarne la soglia per trovarsi di fronte a un grande capolavoro del primo Rinascimento. Subito di fronte vi si presenterà la parete con l'immensa Crocifissione di Cristo realizzata da Bernardino Luini nel 1529, poco prima di morire all'età di cinquant'anni.



Il soldato con lo scudo e lo scorpione
Apparentemente caotico, l'affresco è un tripudio di personaggi e contiene in totale centocinquanta teste, e un gioco di figure chiaroscurali di indubbia maestria. Fulcro della composizione, la croce di Cristo è circondata in alto da un gruppo di angeli dolenti. L'anima del cattivo ladrone sulla destra viene portata via dai diavoli, mentre sulla sinistra quella del buon ladrone viene presa in consegna dagli angeli. Se ci si sofferma con pazienza in mezzo all'intrico dei personaggi, e in particolare attorno ai soldati a cavallo, si possono notare particolari sorprendenti e anche curiosi, come ad esempio, ai piedi della croce di Cristo, un soldato dallo scudo giallo ornato di uno scorpione. Sempre piedi della croce, a sinistra San Giovanni e a destra la Maddalena inginocchiata; un po' più verso sud, il gruppo delle pie donne sostenenti la Vergine addolorata, particolarmente commovente per la tristezza che esprime.
San Sebastiano







Il gruppo delle pie donne


Sulle spalle dell'arco mediano i Santi Sebastiano e Rocco, e sopra le arcate profeti adagiati. sul lato opposto i soldati che giocano a dadi il mantello di Gesù. Nel piano mediano rialzato della scena dipinte due logge di colonne entro cui si svolgono gli episodi dell'incontro con Tommaso e della derisione, fra questi Cristo che porta la croce ed il Compianto. Nel piano di fondo del paesaggio, a sinistra, la preghiera nell'Orto degli Ulivi, al centro una veduta paesaggistica, a destra, l'Ascensione.

Del Luini sono anche l'affresco dell'Ultima Cena, sulla parete sud della navata (originariamente nel refettorio) e la bellissima Madonna con Gesù Bambino e San Giovannino sulla parete orientale della prima cappella laterale (un tempo lunetta del portale che immetteva nel cimitero). Ambedue le opere esprimono l'influsso leonardesco che contrassegna questo artista di casa nostra.



Diamo un ultimo sguardo alla chiesa, e, uscendo, possiamo compiere una passeggiata lungo il bellissimo lago per rigenerarci ancora una volta lo spirito e lo sguardo.
Share:

4 commenti:

  1. Di ritorno da Zurigo mi trovo un post su Lugano! A leggerlo prima facevo una deviazione... Ma, tanto ormai abbiamo pagato le autostrade elvetiche per tutto il 2015, posso anche fare un'altra gita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Zurigo ci passai anni fa, durante un viaggio verso l'Austria. Lugano è bella, il lago poi è magnifico.

      Elimina
  2. Che meraviglia, una gemma del genere dietro una facciata così poco appariscente! Prendo nota, non si sa mai... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapessi quante chicche di questo genere ci sono in Lombardia, in paesi minuscoli attorno a Milano, come a Solaro o Lentate sul Seveso!

      A Lugano poi si può godere della vista del lago e fare passeggiate rigeneranti nelle montagne attorno, il che non è affatto male.

      Elimina

- Per inserire immagini nei commenti usate questa sintassi: [img]URL_Immagine[/img]
- Per inserire video nei commenti usate questa sintassi: [video]URL_Video[/video]
Sono supportate immagini in JPG, PNG e GIF e video di Youtube e Vimeo.

Politica dei cookie

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione, significa che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli leggi la seguente pagina informativa.

QUALCOSA DI ME

QUALCOSA DI ME
Mi chiamo Cristina Rossi, e sono nata a Milano nel 1963. Sono redattrice e ricercatrice iconografica nel settore scolastico per le lingue moderne. Mi piace scrivere e sono appassionata di Storia. In quest'ambito ho scritto e pubblicato cinque romanzi, svariati racconti e due drammi teatrali. Ne ho in cantiere uno ambientato nel periodo della Rivoluzione Francese. Lo pseudonimo di Cavaliere è il mio omaggio al Medioevo.

IL MIO ULTIMO LAVORO:

IL MIO ULTIMO LAVORO:
Ambientato nel 1104, il romanzo narra la fuga dello schiavo Jamil, che, dalle sponde del Marocco, approda ai regni dei Franchi. Nel castello di Montségur s’imbatte una misteriosa compagnia di cavalieri, in viaggio lungo le vie dei pellegrinaggi cristiani. La sua magnifica avventura è solo all’inizio.

IL PITTORE DEGLI ANGELI: su Amazon in versione cartacea e ebook!

IL PITTORE DEGLI ANGELI: su Amazon in versione cartacea e ebook!
Romanzo storico ambientato nella fulgida e sontuosa Venezia di fine 1500. Uno dei protagonisti è il vecchio e spregiudicato pittore Tiziano Vecellio, pronto a difendere fama e ricchezza. Ma lo attende un incontro sconvolgente: quello con "il pittore degli angeli". La sua vita non sarà più la stessa.

THE PAINTER OF ANGELS: now on Amazon, paper and ebook version!

THE PAINTER OF ANGELS: now on Amazon, paper and ebook version!
Venice, late spring of 1560. In his studio, the old Venetian painter Tiziano is waiting for the visit of the “painter of angels”, a mysterious artist just arrived in Venice. Tiziano senses a foreboding danger to his position, fame and standing. In fact, the arrival of the artist does upset both the professional and private life of Tiziano. And the struggle has just begun.

IL MIO CANALE YOUTUBE

Visualizzazioni totali

Top 7 Commentatori

Post più popolari

Che cosa sto leggendo

Che cosa sto leggendo
"Il tempio della luce" di Daniela Piazza