Blog su Letteratura, Storia e Arte in tutte le sue forme.

"La Storia siamo noi."


Una Storia Fiorentina




SINOSSI:


Un visitatore entra in una chiesa e apprende dalla misteriosa Donna dell'Affresco una storia d'amore e di morte tra due giovani amanti nella Firenze di Lorenzo de' Medici, prima, e di Girolamo Savonarola, poi. Una storia che lo riguarda molto da vicino, e che trascende il tempo e lo spazio.


BOOKTRAILER:




ESTRATTO:

(Il primo bacio tra Bianca e Guido)

Nelle campagne fiesolane, il respiro dell’estate soffia con uguale intensità sulle file di contadini che mietono i campi e sulla brigata di cavalieri e donne che, uscendo dalla villa di Bernardo, va alla caccia. In essa, cavalcano affiancati Bianca e Guido, pronti a giocare l’ultima, decisiva partita con la stessa animosità di due mortali nemici.

Sulla scacchiera del prato, tutti i pezzi viventi s’allineano, e inizia la caccia col falco. Il rapace, scappucciato, spicca il volo dalla mano guantata, si libra nell'imprendibilità dei cieli. Rimane un attimo sospeso in aria, veleggiando, poi si lascia cadere con gli artigli protesi: in un turbinio di penne, il falco ghermisce la preda, e all'unisono si leva il grido dei cacciatori. Fra voli di uccelli e aeree risate, gli occhi di Bianca sono una fiamma che arde con maggiore o minore vivacità, e la gelosia di Guido diviene acuta e lacerante come la punta d’una freccia. Ma la partita prosegue, all'ombra delle fronde, sotto cui riposano i cacciatori, stanche pedine abbattute, e la mano di Guido si protende verso quella di Bianca, la sfiora, la stringe.

Culmina davanti alla villa, dal profilo squadrato di torre: la luce calante della sera allunga a dismisura le ombre dei cavalieri che tornano, carichi di selvaggina, e paiono contrapporsi, fra nuvole di polvere dorata, nell'ultima, disordinata battaglia.

Ed è la stessa luce, qualche ora più tardi, nel pergolato deserto, a illuminare Bianca e Guido, regina e re avversari, allacciati in un’identica mossa di vittoria.


LINK PER IL DOWNLOAD GRATUITO:
Su lulu.com per l'ebook (PDF)
Su lulu.com per l'epub

0 commenti:

Posta un commento

Politica dei cookie

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione, significa che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli leggi la seguente pagina informativa.

QUALCOSA DI ME

QUALCOSA DI ME
Mi chiamo Cristina Rossi, e sono nata a Milano nel 1963. Sono redattrice e ricercatrice iconografica nel settore scolastico per le lingue moderne. Mi piace scrivere e sono appassionata di Storia. In quest'ambito ho scritto e pubblicato cinque romanzi, svariati racconti e due drammi teatrali. Ne ho in cantiere uno ambientato nel periodo della Rivoluzione Francese. Lo pseudonimo di Cavaliere è il mio omaggio al Medioevo.

IL MIO ULTIMO LAVORO

IL MIO ULTIMO LAVORO
Ambientato nel 1104, il romanzo narra la fuga dello schiavo Jamil, che, dalle sponde del Marocco, approda ai regni dei Franchi. Nel castello di Montségur s’imbatte una misteriosa compagnia di cavalieri, in viaggio lungo le vie dei pellegrinaggi cristiani. La sua magnifica avventura è solo all’inizio.

IL MIO CANALE YOUTUBE

Visualizzazioni totali

Top 7 Commentatori

Post più popolari

Che cosa sto leggendo

Gli ultimi award

Il Franken-meme di Nocturnia